domenica 26 aprile 2009

MotoGP: trionfo di Jorge Lorenzo che "bacchetta" re Valentino, torna Pedrosa, delude Stoner

La corsa: okokok. Voto: 10+. Il sole dopo il diluvio. Riscatto della MotoGp con una corsa di grande livello per intensità agonistica e qualità tecnica. Gli assetti forzatamente improvvisati hanno penalizzato alcuni piloti ma non la gara. Sorpassi e controsorpassi: non è vietato! Sono i piloti veri a fare la corsa. Un bel biglietto da visita per il gran rientro in Europa.

Lorenzo: gran ritorno. Voto: 10 e lode. Una corsa perfetta riporta il maiorchino della Yamaha (Voto 10 +) sul gradino più alto del podio (seconda vittoria in MotoGp e secondo podio consecutivo) e della classifica iridata e lo rilancia nella lotta per il titolo. Grande rimonta di Jorge: è tornato quello dell’inizio 2008.
Ma senza più sbavature. Osso duro per tutti.

Rossi: in difesa Voto 9. Il campione del mondo parte a razzo dalla pole ma è più “sfuocato” nella seconda parte. Mantiene un gran passo, contrattacca con grandi zampate, ma per la seconda volta è costretto a stare dietro al primo (Lorenzo a Motegi, Stoner a Losail). 2009 durissimo.

Pedrosa: rinato. Voto 10. Ancora “convalescente”, il fantino della Honda (voto 9) torna sul podio dopo aver dimostrato pelo sullo stomaco. Alla prossima di Jerez potrebbe fare il colpaccio.

Stoner: delusione, ma. Voto 8-. L’australiano non agguanta il podio ma limita i danni portando a casa punti importanti. Prima parte di gara problematica con la Ducati (voto 8) saltellante con gomme fredde. Poi il recupero … a metà. Casey nervoso, qualche errore di troppo, altalenante nei tempi. Urge recupero.

Dovizioso: opaco. Voto 7. Si fa mangiare il quarto posto da Stoner nel rush finale dopo una corsa che non porta le … aspettative. L’italiano subisce oggi il “ritorno” di Pedrosa. Tornare a testa bassa.

Melandri: in recupero. Voto 7+. Ancora qualche errore di troppo per il ravennate, che però conferma il bel recupero 2009 e della sua Kawasaki dal nome finto (voto 9). Marco oggi ne ha messi dietro molti.

Capirossi: comprimario … di lusso. Voto 6+. Le dichiarazioni di guerra della vigilia non trovano ancora riscontro nella gara. La Suzuki (voto 8+) sembra sempre a un filo dal podio ma poi non permette ai suoi due piloti di raggiungerlo. Perché?

Kallio: altro passo. Voto 7+. Altra risultato da non sottovalutare e altra prestazione positiva. Il ducatista continua lo svezzamento in MotoGp. A quando la fase due e il salto di qualità?

Gibernau: notte. Voto 5. Sete non è a posto di spalla. Ma forse non sono solo problemi fisici. China pericolosa.

Hayden: sfigato. Voto, non classificato. Sfortuna nera per l’americano della Ducati centrato da Yuki Takahasci al primo giro. Tutto da rifare. Più dura del previsto.

De Angelis e Canepa: fanalini di coda. Voto, non classificato. I due italiani chiudono al 13esimo e 14esimo posto. Il giovane ducatista staccato di quasi un minuto e mezzo dal vincitore. Un’altra corsa.

[fonte: motoblog.it]

Nessun commento:

Posta un commento